27luglio

BERGAMO ESTATE 2014 – domenica 27 luglio, ore 10.00-12.00

TUTTI AL MUSEO ARCHEOLOGICO! - ingresso gratuito

Il Museo si propone di far conoscere il proprio patrimonio alle famiglie, con visite guidate che coinvolgano adulti e bambini, concepite in modo interattivo e con un linguaggio adatto anche ai più piccoli. Dopo la visita alle sale del Museo i piccoli visitatori si trasferiranno nell’aula didattica dove, insieme ai loro genitori, potranno divertirsi a riprodurre con l’argilla alcuni manufatti osservati durante la visita guidata utilizzando le tecniche degli antichi vasai.

Prenotazione obbligatoria al numero 035/286070, massimo 30 partecipanti.

Layout 1

MUSEI NOTTI APERTE 2014 – sabato 5 luglio, ore 21.15 inaugurazione mostra MUSEUM – fotografie di Umberto Agnello

Fotografare reperti è solitamente un’operazione finalizzata a fissarne la forma, lo stato di conservazione e la situazione oggettiva, senza alcun intento interpretativo o di maggiore definizione, delegato al disegno tecnico, che ne svela anche i segreti più “intimi”.

Le fotografie di Umberto Agnello paiono, invece, oltre l’aspetto puramente visivo degli oggetti, cercare di svelare il segreto di un’antichità più o meno lontana: menti che li hanno concepiti, mani che li hanno prodotti e li hanno usati e lasciati così per sempre, per noi.

Accogliere questa mostra, che attraversa varie tematiche, come l’archeologia, la botanica e l’etnografia, e si snoda su percorsi più ampi, il Museo Archeologico, la Sala Perolari del Museo di Scienze Naturali e la Sala Viscontea dell’Orto Botanico, significa ancora una volta lasciare emergere l’aspetto emozionale che l’oggetto antico, sia esso archeologico, botanico o etnografico, può trasmettere. Per dimostrare una volta di più che il Museo non è un semplice luogo di conservazione e, nel migliore dei casi, di apprendimento, ma anche il luogo di esperienze più complesse, dove si incontrano modi di percepire la realtà tra loro assai diversi, anche se complementari.

Come ogni anno, dunque, l’intento è quello di presentare il risultato di una percezione diversa del Museo e del suo contenuto, un’esperienza di lettura artistica di ciò che per i tecnici è strumento, documento irripetibile, prezioso testimone di un passato perduto.

 

Stefania Casini

Gabriele Rinaldi

6luglio

BERGAMO ESTATE 2014 – domenica 6 luglio ore 10.00-12.00

LE IMMAGINI DEL POTERE DALL’ETA’ ROMANA AL COLLEONI – ingresso gratuito

Con questa iniziativa si intende mettere in luce la comunicazione del potere attraverso i reperti archeologici del Museo e i monumenti di Città Alta. Il percorso prenderà le mosse dall’analisi e dalla lettura delle epigrafi provenienti dal territorio di Bergamo, per illustrare ai visitatori le cariche pubbliche e il ruolo dell’esercito a Bergomum in età romana; proseguirà quindi per le vie della città alla scoperta del Foro romano sotto il Palazzo del Podestà e del medievale Palazzo della Ragione, culminando infine con l’ostentazione del potere in età moderna esemplificata dal monumento funebre della Cappella Colleoni.

Senza titolo-1 (1)

LUCI SUL VI SECOLO. ORIENTE E OCCIDENTE TRA ANTICHITA’ E MEDIO EVO. Congresso a cura di P. Cesaretti e F. Lo Monaco dell’Università degli Studi di Bergamo

20 e 21 maggio 2014 – sala Curò e Civico Museo Archeologico, piazza Cittadella

PROGRAMMA:

20 maggio, pomeriggio

ore 16.00 - Saluti delle autorità.

Presiede Stefania Casini (Museo Archeologico di Bergamo)

ore 16.15 –  Sauro Gelichi (Università Ca’ Foscari di Venezia)                                                                                      

Le città nella penisola italica del VI secolo alla luce dell’archeologia.Vecchi paradigmi/nuovi paradigmi sotto osservazione

ore 17.00 – Basema Hamarneh (Università degli Studi di Bergamo)                                                                           

Le grandi epidemie del VI secolo: sfide e risposte nell’Oriente bizantino

 ore 17.40 –  Discussione

A seguire, visita guidata al Civico Museo Archeologico.

21 maggio, mattina

Presiede Francesco Lo Monaco (Università degli Studi di Bergamo)

ore 9.00 – Marina Passalacqua (Università degli Studi di Roma La Sapienza)                                               

Prisciano e dintorni. Latin Grammar for Greeks and Goths: trent’anni dopo

ore 9.40 – Francesco Lo Conte (Università degli Studi di Bergamo)                                                                        

Lo “scopritor famoso”: Angelo Mai e il VI secolo

ore 10.10 – Carla Falluomini (Università degli Studi di Torino)

Produzione manoscritta e testi in lingua gotica

ore 10.50 – Caffè

ore 11.10 – Elena Gritti (Università degli Studi di Verona)                                                                           

L’epistolario di Eugippio. Un intreccio di comunicazioni di politica ecclesiastica nel Mediterraneo tardo antico

ore 11.40 – Carlo Maria Mazzucchi (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano)                                   

Giustiniano, ovvero il tempo dell’ambiguità: il caso di Damascio/Dionigi Areopagita e Giovanni di Scitopoli 

ore 12.20 Discussione

21 maggio, pomeriggio

Presiede Paolo Cesaretti (Università degli Studi di Bergamo)

ore 15.00 – Francesco Mores (Scuola Normale Superiore, Pisa)                                                                                 

A corte e in cielo. Nicezio di Treviri, Gregorio Magno e la storia religiosa dei Longobardi

ore 15.30 – Paolo Cammarosano (Università degli Studi di Trieste)                                                                           

La conversione di Clodoveo e i conflitti religiosi del VI secolo

ore 16.10 – Discussione

ore 16.20 – Caffè

ore 16.30 – Giusto Traina, Université Paris-Sorbonne (Paris 4)                                                                      

Relazione conclusiva

ore 17.15 – Chiusura dei lavori.

terme di tito

MAGGIO ARCHEOLOGICO 2014 – KRISIS. Storia, archeologia, teatro

Il termine greco krisis, crisi, significa «discrimine, scelta, decisione tra due opzioni alternative», senza avere necessariamente una connotazione negativa, come tendiamo ad attribuirgli; oggi si pone l’accento soprattutto sul significato di stato transitorio di forte perturbazione nella vita di un’intera società o di un singolo individuo. Tuttavia la possibilità di scelta offre sempre l’opportunità di una trasformazione di carattere sociale, culturale, politico e personale, spesso con un connotato di miglioramento. Il Maggio Archeologico di quest’anno intende stimolare la riflessione su un tema di grande attualità.

mercoledì 7 maggio 2014, ore 21.00 – Sala Curò, p.zza Cittadella, 9
Crisi nell’antico Mediterraneo, ovvero ogni volta a suo modo
Paolo Cesaretti (Università degli Studi di Bergamo)

mercoledì 14 maggio 2014, ore 21.00 – Sala Curò, p.zza Cittadella, 9
La crisi economica dell’Impero romano: attualità del passato
Giovanni Gorini (Università degli Studi di Padova)

mercoledì 21 maggio 2014, ore 21.00 – Sala Curò, p.zza Cittadella, 9

Uscire dal Purgatorio: le città dal mondo antico al medioevo
Sauro Gelichi (Università Ca’ Foscari di Venezia)

martedì 27 maggio 2014, ore 21.00 – Sale romane del Museo Archeologico                                              Le Rane di Aristofane: come vincere la crisi attraverso il teatro
Narrazione di Elisabetta Matelli (Università Cattolica S.C. di Milano) – letture e musiche di Kerkis Teatro antico in scena

 

immagine3

ARCHEOLOGIA SOTTO IL PELO DELL’ACQUA. Ciclo di incontri sull’archeologia subacquea

Il Civico Museo Archeologico organizza un ciclo di 5 incontri sull’Archeologia subacquea a partire da sabato 10/05. Le lezioni si terranno nella Sala Curò di Piazza Cittadella e saranno tenute dalla dott.ssa Chiara Rossi, della Scuola di Specializzazione in Archeologia Subacquea e dei Paesaggi Costieri dell’Università degli Studi di Sassari. Quota di iscrizione: 50 euro.

Alla fine di questo percorso ogni partecipante potrà immediatamente mettere alla prova le conoscenze acquisite con una gita subacquea al parco archeologico sommerso di Baia (NA).

Calendario del corso:

10/05/2014      Il rapporto dell’uomo antico con l’acqua e lo sviluppo della disciplina

17/05/2014      I tipi di giacimento subacqueo e i comportamenti in caso di ritrovamento

24/05/2014      Come opera l’archeologo sott’acqua. Metodologie – strumenti – tecniche

31/05/2014      Il mondo marittimo in età romana: porti, navi, traffici

7/06/2014        I percorsi archeologici subacquei: un nuovo tipo di turismo subacqueo.

Dati di contatto:

Civico Museo Archeologico di Bergamo

p.zza Cittadella 9

tel. 035286070 – archeodidattica@comune.bg.it – crossi.archeo@gmail.com

8 marzo

TUTTI I GIORNI E’ L’8 MARZO – Conferenza con tè e piccolo rinfresco su “Donne e potere in Etruria e Roma arcaica”

domenica 9 marzo – ore 16.00 – Civico Museo Archeologico – ingresso gratuito -

 Le fonti greche e romane hanno lasciato un certo numero di testimonianze sulla libertà di cui le signore tirreniche godevano rispetto alle loro sorelle di Atene e di Roma.   La ricerca più recente ha precisato il quadro e migliorato le nostre conoscenze. Eppure, la donna etrusca continua ad apparire in una luce del tutto particolare, che può ancora fare riflettere agli inizi del XXI secolo.